Culi Rotondi




Culi Rotondi



- Ohhh mi fai godere!
Era tutta un fremito, un'agitarsi convulso, il tono della sua Culi Rotondi salì, sollevai alto il suo bacino titillando ancora il clitoride con la punta della lingua. Capii che era giunta sulla soglia dell'orgasmo, la mantenni in quello stato gioendo dei suoi lamenti e delle pulsioni che sentivo contro la lingua, contro le labbra. . .
- Ahhh. . . adesso amoreeee . . .
Un liquido asprigno entrò nella mia Culi Rotondi, lo bevetti continuando a baciare la fica agli stremi provocando nella giovane dei fremiti, dei sussulti che salirono di intensità finché mosso a pietà applicai le labbra immergendo la lingua felice di sentire le strette del suo orgasmo mentre la giovane urlava parole di incitamento:
- Ahhh. . . Oh si. . . si. . .
Negli spasimi serrava i muscoli vaginali sulla lingua che ritiravo per immergerla ancora e ancora, Solange come impazzita, urlava dimenandosi mentre il mio dito si immergeva scorrendo nei glutei che Culi Rotondi e rilassava nelle ondate del suo orgasmo che fu lunghissimo, infine si abbandonò spossata. Continuai a lambirla finché gli spasimi si attenuarono e respinse il mio capo.












Culi Sfondati
Culi Celebri
Culi Morbidi
Info Culo
Culi Sborrati
Culi Aperti
Culi CelebritÓ
Culi Rotondi
Culi Dive
Culi Famosi
Culi Vip
Culi Star
Culi Rotti
Culi Sodi
Culi Leccati



Culi Rotondi Links:















Culi Rotondi



Staccò le labbra dal mio sesso come se si fosse svegliato di colpo. “Mi vuoi dentro??” disse con sfida e ironia. Mi assalì come una furia. Con le mani nell’incavo delle mie ginocchia mi spalancò le cosce e mi sollevò le gambe. Il suo cazzo era incredibile: era così rigido e dritto che non ebbe nemmeno bisogno di guidarlo, l’appoggiò all’ingresso della mia fica e spinse. Culi Rotondi fossi molto bagnata dovette forzare un po’ l’entrata. Io emisi un sospiro lungo e un gemito. Una volta dentro con la punta, spinse con continuità e costanza, senza fermarsi, senza esitazioni, finché non fu tutto dentro. Lo sentii aderire alle pareti, riempirmi, toccarmi la cervice. Un gridolino basso mi Culi Rotondi dalle labbra. Arrivato in fondo, ebbe pietà e si soffermò per consentirmi di abituarmi a quella presenza ingombrante. “Come sei stretta, come ti sento bene!... Stretta e bagnata… ti allargherò come si deve” Poi si mosse e, nonostante mi facesse quasi male, io cominciai a provare un piacere profondo, totale, lo sentivo fino in gola. Non avevo bisogno nemmeno di contrarmi, lo avvolgevo come un guanto. Continuò il suo andirivieni basso e intenso, guardando il punto d’unione dei nostri corpi, Culi Rotondi fuori l’aria, come in uno sforzo atletico. Pensai che non volevo una prestazione, volevo comunicare! Usciva quasi


Alltheweb  |   Msn  |   Yahoo  |   Appunti Nudi  |   Viaggi e Pompini  |   Fitness e Tette  |